Advertisement

The Implementation of the Services Directive in Italy

  • Simone Torricelli
Chapter

Abstract

The EU Services Directive (SD) is a centrepiece for the realisation of the Internal Market in the services sector aiming at considerably lowering the barriers for service provision in the EU. This chapter therefore analyses the transposition and implementation of the requirements of the SD into the national (administrative) law system of Italy. The chapter treats all relevant requirements of the SD, such as the Point of Single Contact (POSC), the screening of national law according to the requirements of the SD, the adaption of authorisation schemes for service provision, the requirement of ‘tacit authorisation’, and the need for new rules on administrative cooperation. Finally an assessment of the impact of the SD on the national (administrative) law system is provided.

Keywords

Public Authority Service Directive Official Journal Public Body Administrative Procedure 
These keywords were added by machine and not by the authors. This process is experimental and the keywords may be updated as the learning algorithm improves.

References

  1. For legislation, jurisprudence and websites please refer to 1.1 of the report and footnotes directly.Google Scholar
  2. Cafari Panico R (2006) La liberalizzazione dei servizi tra il regime vigente e la direttiva bolkestein, Diritto pubblico comparato ed europeo, pp 1880–1893Google Scholar
  3. Colavitti G (2009) La direttiva bolkestein e la liberalizzazione dei servizi professionali, Rassegna forense, pp 481–520Google Scholar
  4. D’Orsogna M (2003) Unificazione funzionale e sportello unico, Giornale di diritto amministrativo, p 471Google Scholar
  5. Gardini G, Piperata G (2002) Le riforme amministrative alla prova lo sportello unico per le attività produttive. Giappichelli, TorinoGoogle Scholar
  6. Miranda M (2007) Dal principio del paese di origine alla clausola “libera prestazione di servizi”, l’art. 16 della direttiva 2006/123/CE. Quali novità per la libera circolazione dei servizi nel mercato interno?, Contratto e impresa. Europa, fasc. 2, pp 918–933Google Scholar
  7. Panetta S (2010) L’impatto della direttiva servizi sulle attività commerciali, Disciplina del commercio e dei servizi, pp 45–57Google Scholar
  8. Pappadà D (2007) Il diritto di stabilimento delle società nella nuova direttiva sui servizi nel mercato interno, Contratto e impresa. Europa, pp 972–980Google Scholar
  9. Piperata G (2002) Lo sportello unico, Rivista Trimestrale di Diritto Pubblico, p 41Google Scholar
  10. Preto A (2007) la direttiva 2006/123/ce: dal principio del paese d’origine alla libera prestazione dei servizi, Contratto e impresa. Europa, pp 886–917Google Scholar
  11. Santagata R (2006) La nuova direttiva sui servizi: le ripercussioni nel diritto del lavoro, Diritti lavori mercati, pp 591–620Google Scholar
  12. Si Nitto T, Cataldi C (2010) Note sugli sportelli unici dopo la direttiva «servizi»: le riforme in atto in Italia, Francia, Gran Bretagna e Spagna, at <www.astrid-online.it>
  13. Torchia L (1999) Lo sportello unico per le attività produttive, Giornale di diritto amministrativo, p 109Google Scholar

Special Online Sources

  1. Dipartimento Politiche Comunitarie (2007) Guida per il monitoraggio relative alla direttiva servizi, Octobre (2007). Available at: http://www.politichecomunitarie.it/attivita/15696/storia
  2. Regione Piemonte—Direzione Affari Istituzionali e Avvocatura (2009) L’attuazione della Direttiva servizi 2006/123/CE (Bolkenstein). Lo stato dell’arte delle Regioni, Settembre 2009. Available at: http://www.consiglio.regione.toscana.it/leggi-e-banche-dati/Oli/Relazioni-monografiche/ANNO-2009/settembre%202009/ALL2a-sett-09.pdf

Copyright information

© T.M.C. ASSER PRESS, The Hague, The Netherlands, and the authors/editors  2012

Authors and Affiliations

  1. 1.Dipartimento Diritto PublicoUniversità degli Studi di FirenzeFlorenceItaly

Personalised recommendations