Advertisement

Piano B

  • Roberto Manzocco
Part of the I Blu - Pagine Di Scienza book series (BLU)

Riassunto

Non c’è dubbio che buona parte dei transumanisti sia animata da una dose non comune di ottimismo e di fiducia nel progresso tecnicoscientifico, tanto che molti di essi sperano — anzi, sono profondamente convinti — che l’immortalità fisica sia dietro l’angolo, quasi a portata di mano; insomma, che loro stessi godranno di un’aspettativa di vita senza limiti. Come non ci stancheremo mai di ripetere, a questi pensatori visionari e vagamente “nerd” va tutta la nostra simpatia, e a essi — nonostante il nostro scetticismo di fondo — riconosciamo senz’altro un alto grado di intelligenza e preparazione culturale. Proprio per questo fatto va da sé che, sotto sotto, anche il transumanista più convinto sa bene che la transizione da umano a post-umano — un pacchetto che include anche l’immortalità terrena — potrebbe non arrivare in tempi brevi, che potrebbe cioè metterci qualche decennio o qualche secolo di troppo. E allora che si fa? Come riuscire a ingannare la morte, salendo sull’ultimo treno disponibile per il futuro? C’è bisogno in sostanza di un “piano B”, e la soluzione sta in una parola magica: “crionica”.

Preview

Unable to display preview. Download preview PDF.

Unable to display preview. Download preview PDF.

Referenza

  1. 9.
    Chi volesse approfondire il tema del confine tra vita e morte può rivolgersi a C. A. De Defanti, Vivo o morto? Storia della morte nella medicina moderna, Zadig, Milano 1999.Google Scholar
  2. 10.
    Si veda a questo proposito l’articolo di Benjamin P. Best, attuale presidente e amministratore delegato del Cryonics Institute: B. Best, Scientific Justification of Cryonics Practice, «Rejuvenation Research», Vol. 11, n. 2, 1988, http://www.cryonics.org/reports/Scientific_Justification.pdf.Google Scholar
  3. 12.
    Cfr. R. Merkle, The Molecular Repair of the Brain, http://www.merkle.com/cryo/techFeas.html.Google Scholar
  4. 20.
    Cfr. M. Darwin, The Anabolocyte: a biological approach to repairing cryoinjury, in: «Life Extension », Luglio/Agosto 1977.Google Scholar
  5. 21.
    Cfr. R. Merkle e R. Freitas, A Cryopreservation Revival Scenario using MNT, in: «Cryonics », ottobre/dicembre 2008. MNT sta per molecular nanotechnology.Google Scholar
  6. 22.
    Cit. in: E. Drexler, Engines of Creation: The Coming Era of Nanotechnology, edizione online, http://e-drexler.com/d/06/00/EOC/EOC_Chapter_9.html.Google Scholar

Copyright information

© Springer-Verlag Italia 2014

Authors and Affiliations

  • Roberto Manzocco

There are no affiliations available

Personalised recommendations