Advertisement

I mass media e la comunicazione del rischio radiologico

  • G. Kraft
Part of the Imaging & Formazione book series (IMAG)

Riassunto

Non vi è dubbio sull’importanza del ruolo coperto dai media nel vissuto quotidiano di ciascuno di noi. Almeno per quanto concerne il nostro paese, viviamo immersi in un mare magnum di informazioni veicolate da TV, giornali, cartelloni pubblicitari, radio, internet. Spesso non ce ne rendiamo nemmeno conto, ma siamo costantemente bersagliati da messaggi — siano essi pubblicitari o informati vi — a volte tra loro coerenti, più frequentemente contradditori, che ine vitabilmente influenzano il nostro comportamento e le nostre scelte. È un rumore di fondo che a volte diviene rombo tonante e fa da colonna sonora alla vita moderna e che non dà tregua se non nelle ore notturne dedicate al riposo. E capita pure, talvolta, di addormentarsi con la TV accesa rendendo così l’assedio mediatico veramente senza soluzione di continuità.

Preview

Unable to display preview. Download preview PDF.

Unable to display preview. Download preview PDF.

Letture consigliate

  1. Bennet P, Calman K (1999) Risk communication and public health. Oxford University Press, LondonGoogle Scholar
  2. Lundgren RE, McMakin AH (2009) Risk communication: a handbook for communicating environmental, safety and health risks. John Wiley & Sons, Hoboken, NJGoogle Scholar
  3. Wahlberg AA, Sjoberg L (2000) Risk perception and the media. J Risk Res 3:31–50CrossRefGoogle Scholar
  4. Moynihan R, Bero L, Ross-Degnan D et al (2000) Coverage by the news media of the benefits and risks of medications, N Engl J Med 342:1645–1650PubMedCrossRefGoogle Scholar

Copyright information

© Springer-Verlag Italia 2012

Authors and Affiliations

  • G. Kraft

There are no affiliations available

Personalised recommendations