Advertisement

Serial killer

Chapter
  • 348 Downloads

Riassunto

Le modalità comportamentali dei serial killer presentano una marcata costanza intra- e intersoggettiva, per cui questi individui meritano di essere considerati una tipologia psicopatologica unitaria, se non una categoria diagnostica. Tuttavia, l’idea che la diagnosi di psicopatia o disturbo antisociale di personalità possa comprendere tutti gli assassini seriali appare semplicistica. Nell’ambito della psicopatologia cinematografica è necessario ricorrere a una forzatura definitoria sulla nozione di assassino seriale per l’omicida “che metta in atto tre o più delitti in un arco di tempo maggiore di trenta giorni e con significative battute di arresto” (Holmes e Holmes, 1998). Questa posizione non è condivisa da tutti, perché molti esperti la ritengono iperinclusiva (sicari, mercenari, rapinatori) e vorrebbero limitare la categoria serial killer solo ai pluriomicidi che agiscono sulla spinta di una motivazione intrapsichica, spesso di una perversa pulsione sessuale.

Preview

Unable to display preview. Download preview PDF.

Unable to display preview. Download preview PDF.

Copyright information

© Springer-Verlag Italia 2010

Authors and Affiliations

  1. 1.Unità Funzionale Salute Mentale Adulti (UFSMA)Massa MarittimaGrosseto

Personalised recommendations