Secondary School Mathematics Teaching from the Early Nineteenth Century to the Mid-Twentieth Century in Italy

Chapter

Abstract

This chapter presents the evolution of secondary-level mathematics teaching in Italy from the early nineteenth to the mid-twentieth century. Illustrating the most significant moments of this evolution, we have taken into account not only school legislation and public instruction reforms that were carried out or failed but also debates on methodology and the contributions of mathematicians who were actively involved in research, teacher training, and textbooks’ writing. Further highlighted is the relationship between how public education evolved and important political changes in Italy during the period in question, including Napoleonic rule, the Risorgimento, the World War I, and the rise of Fascism.

Keywords

Europe Expense Biot Lost Rote 

Abbreviations

APN

Atti del Parlamento Nazionale

BUMPI

Bollettino Ufficiale del Ministero della Pubblica Istruzione

CAI

Commissione Alleata in Italia (Sotto-Commissione dell’Educazione). 1947. La politica e la legislazione scolastica in Italia dal 1922 al 1943 con cenni introduttivi sui periodi precedenti e una parte conclusiva sul periodo postfascista. Milano: Garzanti

GU

Gazzetta Ufficiale del Regno d’Italia

MAIC

Ministero di Agricoltura, Industria e Commercio

RARS

Raccolta degli Atti del Governo di Sua Maestà il Re di Sardegna

RU

Raccolta Ufficiale delle leggi e dei decreti del Regno d’Italia

Notes

Acknowledgements

We are very grateful to Gert Schubring for all his very useful suggestions. Special thanks go to our editors and reviewers for all their work. We also want to express our gratitude to Lucia Ciarrapico, Ester De Fort, Giovanni Ferraro, Maurizio Lupo, Marta Menghini, Mauro Moretti, Luigi Pepe and Antonio Salmeri for making suggestions. Our most sincere thanks go to Kim Williams for help with the English language. Thank you also to the personnel of the Biblioteca ‘Giuseppe Peano’ (Turin) and of the Biblioteca Universitaria (Cagliari).

References

  1. Assirelli, Tonino. 1984. Le vicende del Liceo ‘Pigafetta’ di Vicenza e l’istruzione liceale in età napoleonica ed asburgica (1808–1866). Vicenza: Tip. Rumor.Google Scholar
  2. Bacci, Riccardo, and Mauro Zampoli. 1977. L’Istituto tecnico di Firenze. Firenze: Grafica Style.Google Scholar
  3. Barra, Mario, Mario Ferrari, Fulvia Furinghetti, Nicolina Malara, and Francesco Speranza. 1992. The Italian research in mathematics education: Common roots and present trends. Progetto strategico del CNR. Tecnologie e innovazioni didattiche, Quaderno 12.Google Scholar
  4. Beke, Emanuel. 1914. Les résultats obtenus dans l’introduction du calcul différentiel et intégral dans les classes supérieures des établissements secondaires. Rapport général. L’Enseignement mathématique, 16: 245–284 and 290–306.Google Scholar
  5. Bertini, Giovanni Maria. 1865. Relazione e proposte sull’Istruzione Secondaria. In Per la riforma delle scuole medie, 81114. Scritti vari. Torino: G. Scioldo.Google Scholar
  6. Bottai, Giuseppe. 1939. La carta della scuola. Milano: Mondadori.Google Scholar
  7. Brioschi, Francesco, and Luigi Cremona. 1869. Al signor Direttore del Giornale di matematiche ad uso degli studenti delle Università italiane, Napoli. Giornale di Matematiche 7: 51–54.Google Scholar
  8. Bucci, Sante. 1976. La scuola italiana in età napoleonica. Roma: Bulzoni.Google Scholar
  9. Carbone, Luciano, Romano Gatto, and Franco Palladino (eds.). 2001. L’epistolario Cremona-Genocchi (1860–1886). La costituzione di una nuova figura di matematico nell’Italia unificata. Firenze: Olsckhi.MATHGoogle Scholar
  10. Castelnuovo, Guido. 1909. Sui lavori della Commissione Internazionale pel Congresso di Cambridge. Relazione del prof. G. Castelnuovo della R. Università di Roma. In Atti del II Congresso della Mathesis Società italiana di matematica, Allegato F, 1–4. Padova: Società Cooperativa Tipografica.Google Scholar
  11. Castelnuovo, Guido. 1913. I programmi di matematica proposti per il liceo moderno. Bollettino della Mathesis: v.2 86–94.Google Scholar
  12. Castelnuovo, Guido. 1914. Discours de M. G. Castelnuovo. In Compte Rendu de la Conférence internationale de l’enseignement mathématique, Paris, 1–4 avril 1914. L’Enseignement mathématique 16: 188–191.Google Scholar
  13. Charnitzky, Jürgen. 2001. Fascismo e scuola. La politica scolastica del Regime (1922–1943). Scandicci: La Nuova Italia.Google Scholar
  14. Ciprandi, Irene, Donatella Giglio, and Gabriella Solaro. 1978. Problemi scolastici ed educativi nella Lombardia del primo Ottocento, 2 vols. Milano: SugarCo.Google Scholar
  15. Collezione. 1861. Collezione delle leggi, de’ decreti e di altri atti riguardante la Pubblica istruzione promulgati nel già Reame di Napoli dall’anno 1806 in poi. 3 vols. Napoli: Stamperia del Fibreno.Google Scholar
  16. Commissione Reale per l’ordinamento degli studi secondari in Italia. 1909. Vol. I Relazione, vol. II Risposte al questionario diffuso con circolare 27 marzo 1906. Roma: Cecchini.Google Scholar
  17. Cremona, Luigi. 1860a. Considerazioni di storia della geometria, in occasione di un libro elementare pubblicato recentemente a Firenze. Il Politecnico IX: 286–323.Google Scholar
  18. Cremona, Luigi. 1860b. Trattato d’Aritmetica di G. Bertrand; Trattato d’Algebra elementare di G. Bertrand; Trattato di Geometria elementare di A. Amiot; Trattato di Trigonometria di A. Serret. Effemeride della pubblica istruzione I 1: 4–6.Google Scholar
  19. Cremona, Luigi. 1861. (published anonymously). Sull’insegnamento dell’aritmetica nei ginnasi, e della matematica elementare ne’ licei, e sui nuovi programmi. Effemeride della pubblica istruzione II, 18: 297–300.Google Scholar
  20. Di Bello, Giulia, Andrea Mannucci, and Antonio Santoni Rugiu (eds.). 1980. Documenti e ricerche per la storia del Magistero. Firenze: Manzuoli.Google Scholar
  21. Enriques, Federigo. 1929. Italia. Les modifications essentielles de l’enseignement mathématique dans les principaux pays depuis 1910. L’Enseignement mathématique 28: 13–18.Google Scholar
  22. Fazzari, Gaetano. 1911. L’insegnamento delle matematiche nelle Scuole classiche. II. Critiche e proposte. Bollettino della Mathesis, a. III: 35–48.Google Scholar
  23. Ferraresi, Alessandra. 2004. Stato, scienza, amministrazione, saperi. La formazione degli ingegneri in Piemonte dall’antico regime all’Unità d’Italia, Annali dell’Istituto Storico Italo-germanico, vol. 40. Bologna: Il Mulino.MATHGoogle Scholar
  24. Ferraro, Giovanni. 2008. Manuali di geometria elementare nella Napoli preunitaria (1806–1860). History of Education and Children’s Literature III 2: 103–139.Google Scholar
  25. Fiocca, Alessandra, and Luigi Pepe. 1989. L’insegnamento della matematica nell’Università di Ferrara dal 1771 al 1942. In Università e cultura a Ferrara e Bologna, 1–78. Firenze: Olschki.Google Scholar
  26. Furinghetti, Fulvia, and Livia Giacardi. 2012. Secondary school mathematics teachers and their training in pre- and post-unity Italy (1810–1920). ZDM-The International Journal on Mathematics Education 44: 537–550.CrossRefGoogle Scholar
  27. Gario, Paola. 2004. Guido Castelnuovo e il problema della formazione dei docenti di matematica. Supplemento ai Rendiconti del Circolo Matematico di Palermo 2(74): 103–121.MathSciNetGoogle Scholar
  28. Gatto, Romano. 1996. Lettere di Luigi Cremona a Enrico Betti (1860–1890). In La corrispondenza di Luigi Cremona (1830–1903), Quaderni PRISTEM 9, ed. Marta Menghini, 7–90. Milano: Bocconi.Google Scholar
  29. Gentile, Giovanni. 1988 (originally 1907). La preparazione degli insegnanti medi. In La nuova scuola media, ed. Hervé A. Cavallera, 161–268. Firenze: Le Lettere.Google Scholar
  30. Giacardi, Livia. 1995. Gli “Elementi” di Euclide come libro di testo. Il dibattito di metà Ottocento in Italia. In Conferenze e seminari 1994–1995, 175188. Torino: Associazione Subalpina Mathesis.Google Scholar
  31. Giacardi, Livia. 2003. I manuali per l’insegnamento della geometria elementare in Italia fra Otto e Novecento. In TESEO, Tipografi e editori scolastico-educativi dell’Ottocento, ed. Giorgio Chiosso, XCVII–CXXIII. Milano: Bibliografica.Google Scholar
  32. Giacardi, Livia (ed.). 2006a. Da Casati a Gentile. Momenti di storia dell’insegnamento secondario della matematica in Italia. (With essays by Luigi Pepe, Simonetta Di Sieno, Maria Teresa Borgato, Aldo Brigaglia, Fulvia Furinghetti, Paola Gario, Erika Luciano, Ornella Pompeo Faracovi). Lugano: Lumières Internationales.Google Scholar
  33. Giacardi, Livia. 2006b. From Euclid as textbook to the Giovanni Gentile Reform (1867–1923). Problems, methods and debates in mathematics teaching in Italy. Paedagogica Historica. International Journal of the History of Education XVII: 587–613.CrossRefGoogle Scholar
  34. Giacardi, Livia. 2009. The school as “Laboratory”. Giovanni Vailati and the project to reform mathematics teaching in Italy. International Journal for the History of Mathematics Education 4: 5–28.Google Scholar
  35. Giacardi, Livia. 2012. Federigo Enriques (1871–1946) and the training of mathematics teachers in Italy. In Mathematicians in Bologna 1861–1960, ed. Salvatore Coen, 209–275. Basel: Birkhäuser.Google Scholar
  36. Guerraggio, Angelo, and Pietro Nastasi. 1993. Gentile e i matematici italiani. Lettere 1907–1943. Torino: Bollati Boringhieri.Google Scholar
  37. Hazon, Filippo. 1991. Storia della formazione tecnica e professionale in Italia. Roma: Armando.Google Scholar
  38. Klein, Felix. 1925. Der Unterricht in Italien. In Elementarmathematik vom höheren Standpunkte aus, Teil II Geometrie, 245250. Berlin: Springer.Google Scholar
  39. Lacaita, Carlo G. 1973. Istruzione e sviluppo industriale in Italia (1859–1914). Milano: Giunti.Google Scholar
  40. Loria, Gino. 1933. La préparation théorique et pratique des professeurs de mathématiques de l’enseignement secondaire dans les divers pays. L’Enseignement mathématique 32: 5–20.Google Scholar
  41. Luciano, Erika, and Clara Silvia Roero. 2010. La Scuola di Giuseppe Peano. In Peano e la sua Scuola fra matematica, logica e interlingua, ed. Clara Silvia Roero, 1–212. Torino: Deputazione Subalpina di Storia Patria, Studi e Fonti.Google Scholar
  42. Lupo, Maurizio. 2005. Tra le provvide cure di sua Maestà. Stato e scuola nel Mezzogiorno tra Settecento e Ottocento. Bologna: Il Mulino.Google Scholar
  43. MAIC. 1862. Relazione del ministro di Agricoltura, industria e commercio (Pepoli) sopra gli Istituti tecnici, le Scuole di arti e mestieri, le Scuole di nautica, le Scuole delle miniere e le Scuole agrarie. Torino: Camera dei Deputati.Google Scholar
  44. MAIC. 1871. Ordinamento degli istituti tecnici. Firenze: Claudiana.Google Scholar
  45. MAIC. 1876. L’ordinamento e i programmi di studio negli istituti tecnici 1876–1877. Roma: Eredi Botta.Google Scholar
  46. Menghini, Marta. 2006. The role of projective geometry in Italian education and institutions at the end of the 19th century. International Journal for the History of Mathematics Education I(1): 35–55.Google Scholar
  47. Naggi, Fabio. 1994–1995. Il liceo napoleonico a Torino (1802–1814). Degree thesis. University of Torino. Supervisor Marina Roggero. Torino, 1994–1995, 2 vols.Google Scholar
  48. Pagano, Emanule. 2000. La scuola nelle Marche in età napoleonica. Urbino: Quattro Venti.Google Scholar
  49. Patergnani, Elisa, and Luigi Pepe. 2011. Insegnamenti matematici e istruzione tecnica dalla legislazione del granducato di Toscana alla legge Casati. Bollettino di storia delle scienze matematiche 31: 167–176.MATHMathSciNetGoogle Scholar
  50. Patrucco, Carlo Evasio. 2003. La scuola classica in Alessandria dal secolo XIV al secolo XX. In Liceo Ginnasio ‘Giovanni Plana’, Alessandria. Annuario 1861–2002, 13–32. Alessandria: Boccassi.Google Scholar
  51. Pepe, Luigi. 1995. Giovanni Scopoli e la pubblica istruzione nel Regno d’Italia. In Stato e pubblica istruzione. Giovanni Scopoli e il suo viaggio in Germania (1812), ed. Luigi Blanco and Luigi Pepe. Annali dell’Istituto Storico Italo-germanico 21: 411–433.Google Scholar
  52. Perna, Alfredo. 1933. Preparazione dei candidati all’insegnamento della Matematica in Italia. L’Enseignement mathématique 32: 245–254.Google Scholar
  53. Piaia, Gregorio. 1995. L’eredità dei ‘Lumi’ al Liceo Napoleonico di Belluno. In Educazione e ricerca storica. Saggi in onore di Francesco De Vivo, ed. Rosetta Finazzi Sartor, 27–61. Padova: Alfasessanta.Google Scholar
  54. Piano. 1945. Piano di Studi per gli Istituti magistrali superiori 1944–1945. Rome: Signorelli.Google Scholar
  55. Sani, Roberto. 1994. Istruzione e istituzioni educative nella Roma pontificia (1815–1870). In Chiesa e prospettive educative in Italia tra Restaurazione e Unificazione, ed. Luciano Pazzaglia, 707–769. Brescia: La Scuola.Google Scholar
  56. Sannia, Achille, and Enrico D’Ovidio. 1895. Elementi di Geometria. Napoli: Pellerano.MATHGoogle Scholar
  57. Scarpis, Umberto. 1911. L’insegnamento della matematica nelle Scuole classiche. I successivi programmi dal 1867 al 1910. Bollettino della Mathesis, Supplemento. Atti della sottocommissione italiana per l’insegnamento matematico a. III: 25–33.Google Scholar
  58. Schubring, Gert. 1997. Analysis of historical textbooks in mathematics. Pontifícia Universidade Católica do Rio de Janeiro, Departamento de Matemática.Google Scholar
  59. Schubring, Gert. 2003. Análise Histórica de Livros de Matemática. Notas de Aula. Campinas: Editora Autores Associados.Google Scholar
  60. Schubring, Gert. 2004. Neues über Legendre in Italien. Algorismus 44: 256–274.Google Scholar
  61. Scirocco, Alfonso. 1996. Collegi e licei nel Mezzogiorno. In Storia delle Istituzioni educative in Italia tra Ottocento e Novecento, Quaderni de «Il Risorgimento», 8, ed. Lucia Romaniello, 7–21. Milano: Edizioni del Comune di Milano.Google Scholar
  62. Scoth, Roberto. 2010a. Questioni didattiche e divulgazione scientifica: gli interventi di Luigi Cremona sull’ “Effemeride della Pubblica Istruzione” (1860–1865). Bollettino di Storia delle Scienze Matematiche XXX(1): 81–110.MathSciNetGoogle Scholar
  63. Scoth, Roberto. 2010b. La matematica negli istituti tecnici italiani. Analisi storica dei programmi d’insegnamento (1859–1891). Supplemento a L’educazione matematica, XXXI: 2.Google Scholar
  64. Scoth, Roberto. 2011. I programmi di matematica per gli istituti tecnici italiani del 1871: Ricadute didattiche di un progetto avveniristico. Annali di storia dell’educazione e delle istituzioni scolastiche XVIII: 261–285.Google Scholar
  65. Settembrini, Luigi. 1934. Ricordanze della mia vita. Bari: G. Laterza & figli.Google Scholar
  66. Talamo, Giuseppe. 1960. La scuola dalla legge Casati all’inchiesta del 1864. Milano: Giuffrè.Google Scholar
  67. Vailati, Giovanni. 1910. L’insegnamento della Matematica nel nuovo ginnasio riformato e nei tre tipi di licei. Il Bollettino di Matematica IX: 36–59.Google Scholar
  68. Venzo, Manola Ida (ed.). 2009. Congregazione degli studi, la riforma dell'istruzione nello Stato Pontificio (1816–1870), Archivi di Stato. Strumenti, vol. CLXXXIV. Roma: Ministero per i beni e le attività culturali.Google Scholar
  69. Vignola, Bruno. 1938. L’esito degli ultimi esami di concorso a cattedre di scuole medie classiche, scientifiche e magistrali. Scuola e cultura XV(1): 40–50.Google Scholar
  70. Vita, Vincenzo. 1986. I programmi di matematica per le scuole secondarie dall’Unità d’Italia al 1986. Rilettura storico-critica. Bologna: Pitagora editrice.Google Scholar
  71. Washburne, Carleton. 1970. La riorganizzazione dell’istruzione in Italia. Scuola e Città 6–7: 273–277.Google Scholar
  72. Zuccheri, Luciana, and Verena Zudini. 2010. Discovering our history: A historical investigation into mathematics education. International Journal for the History of Mathematics Education 5(1): 75–87.Google Scholar

Copyright information

© Springer Science+Business Media New York 2014

Authors and Affiliations

  1. 1.University of TurinTurinItaly
  2. 2.University of CagliariCagliariItaly

Personalised recommendations