Advertisement

Between Charity and Credit: The Evolution of the Neapolitan Banking System (Sixteenth–Seventeenth Century)

  • Paola Avallone
  • Raffaella Salvemini
Chapter
Part of the Palgrave Studies in the History of Finance book series (PSHF)

Abstract

Faced with increasing demands for charity by the urban poor, on the one hand, and increased demands for funding by the government, on the other, the “non-profit” institutions in the Kingdom of Naples ultimately came up with a unique model of public banks that combined charity and credit. By providing services such as alms, dowries, food and milk for foundlings, accommodation, clothing, medical care, education and interest-free loans on pledge, they provided social shock absorbers. Operating as true businesses, they produced and sold goods, loaned money to the state, the city and individuals of all classes. As banks, they formed the base of the financial and credit system of the Kingdom of Naples in the sixteenth century, reinvesting profits from their activities into charitable services.

Keywords

Credit Bank Poor Charities Southern Italy 

References

  1. Archivo General de Simancas. Visitas de Italia, legato 24, libri 1, 3.Google Scholar
  2. Archivio Storico del Banco di Napoli. Banco della Pietà, Archivio Patrimoniale, Libro di Conclusioni, m. 232; Libro maggiore di terze, m. 92.Google Scholar
  3. ———. Banco dei Poveri, Archivio Patrimoniale, Documenti di scritture diverse, m. 224.Google Scholar
  4. ———. Banco di San Giacomo, Archivio Patrimoniale, Miscellanea, mm. 225, 228.Google Scholar
  5. ———. Banco del Santissimo Salvatore, Archivio Patrimoniale, Libro maggiore di terze, m. 8.Google Scholar
  6. Archivio di Stato di Napoli, Consiglio Collaterale, Carte diverse, Processi penali del Collaterale, n. 339.Google Scholar
  7. Avallone, P. 1995. Stato e banchi pubblici a Napoli a metà del ‘700. Il Banco dei Poveri: una svolta. Napoli: Edizioni Scientifiche Italiane.Google Scholar
  8. Bacco, E. 1609. Il regno di Napoli diviso in dodici provincie. Napoli: appresso Gio. Giacomo Carlino e Constantino Vitale.Google Scholar
  9. Barzazi A. (ed.) 1991. Corrispondenze diplomatiche veneziane da Napoli. Dispacci, vol. III (27 maggio 1597–2 novembre 1604). Roma: Istituto Poligrafico e zecca dello Stato.Google Scholar
  10. Bianchini, L., 1839. Della storia delle finanze del Regno di Napoli: libri sette. Palermo: dalla Stamperia di Francesco Lao. For the note we used the reprint ed. Luigi De Rosa 1971. Napoli: Edizioni Scientifiche Italiane.Google Scholar
  11. Biblioteca Nacional de Madrid. manuscrito 6722.Google Scholar
  12. Biblioteca Nazionale di Napoli. Sezione manoscritti, manoscritti XV.B.11; XI.A.22.Google Scholar
  13. Brancaccio, G. 2001. Nazione genovese: consoli e colonia nella Napoli moderna. Napoli: Guida Editori.Google Scholar
  14. Bulifon, A. 1932. Giornali di Napoli dal MDXLVII al MDCCVI, vol. I, ed. N. Cortese. Napoli: Società Napoletana di Storia Patria.Google Scholar
  15. Campanella, T. 1941. La Città del Sole, ed. N. Bobbio. Torino: Einaudi.Google Scholar
  16. Coronella, S., L. Santaniello, M.E.C. Scelfo, and C. Monda. 2016. I Banchi Pubblici Napoletani e la gestione economica della peste del 1656. Il caso del Monte della Pietà. Storie di banche e di istituzioni finanziarie in una prospettiva economico-aziendale. In Proceedings of the XIII Convention of the Italian Society of Accounting History, Mantova.Google Scholar
  17. Costabile, L. 2016. External Imbalances and the Money Supply: Two Controversies in the English “Realme” and in the Kingdom of Naples. In Antonio Serra and the Economics of Good Government, ed. S. Reinert and R. Patalano. London: Palgrave Macmillan.Google Scholar
  18. D’Addosio, G. 1883. Origine, vicende storiche e progressi della Real S. Casa dell’Annunziata di Napoli. Napoli: per i tipi di Antonio Cons.Google Scholar
  19. De Rosa, L. 1958a. Il Banco dei Poveri e la crisi economica del 1622. Rassegna Economica 1.Google Scholar
  20. ———. 1958b. Le origini curialesche del Banco dei Poveri (1563–1608). Bancaria Review of the Italian Banking Association.Google Scholar
  21. ———. 1987. Il Mezzogiorno spagnolo tra crescita e decadenza. Milano: Mondadori.Google Scholar
  22. ———. 1998. Immobility and Change in Public Finance in the Kingdom of Naples (1649–1806). The Journal of European Economic History XX–VIII. For the quote we used the translated reprint in De Rosa, Luigi. 2010, Sulla banca, la finanza e la moneta, Scritti di L. de Rosa, vol. 1. Soveria Mannelli: Rubettino, Ed.Google Scholar
  23. ———. 2002. Gli inizi della circolazione della cartamoneta e i banchi pubblici napoletani nella società del loro tempo (1540–1650). Napoli: Istituto Banco di Napoli.Google Scholar
  24. ———. 2004. L’Archivio del Banco di Napoli e l’attività dei banchi pubblici napoletani, De Computis, Revista Española de Historia de la Contabilidad, n. 1.Google Scholar
  25. De Sariis, A. 1795. Codice delle leggi del regno di Napoli, Del pubblico commercio interiore per terra e per mare, e della pubblica sanità. Libro ottavo. Napoli: presso Vincenzo Orsini, 1795, p. 200.Google Scholar
  26. Ferorelli, N. 1990. Gli Ebrei nell’Italia meridionale dall’età romana al secolo XVIII, reprint ed. F. Patroni Griffi. Napoli: Dick Peerson.Google Scholar
  27. Galiani F. 1750. Della Moneta, libri cinque. Napoli: presso Giuseppe Raimondi.Google Scholar
  28. Palermo, F. 1846. Narrazione e documenti sulla storia del Regno di Napoli dall’anno 1522 al 1667 raccolti e ordinati con illustrazioni. Firenze: Gio. Pietro Viesseux.Google Scholar
  29. Parrino, D.A. 1730. Teatro eroico, e politico de’ governi de’ viceré del Regno di Napoli dal tempo del re Ferdinando il Cattolico fin all’anno 1683. Napoli: per Francesco Ricciardo.Google Scholar
  30. Petrone, G. 1871. De’ banchi di Napoli, libri 2. Napoli: Raimondi.Google Scholar
  31. Pullan, B. 1978. Poveri, mendicanti e vagabondi (secoli XIV–XVII). In Storia d’Italia Einaudi, Annali I, Dal feudalesimo al capitalismo. Torino: G. Einaudi.Google Scholar
  32. Rocco, M. 1785. De’ banchi di Napoli e della lor ragione. Napoli: Fratelli Raimondi.Google Scholar
  33. Salvemini, R. 2000. Operatori sociali, operatori economici: gli enti di assistenza napoletani in età moderna. In Povertà e innovazioni istituzionali in Italia. Dal Medioevo ad oggi, ed. V. Zamagni. Bologna: Il Mulino.Google Scholar
  34. ———. 2011. La gestione delle Annunziate in età moderna. Il caso di Aversa e Cosenza. In Ritratti di famiglia e infanzia. Modelli differenziali nella società del passato, ed. G. Da Molin. Bari: Cacucci Editore.Google Scholar
  35. Silvestri, A. 1951. Sui banchieri pubblici napoletani dall’avvento di Filippo II al trono alla costituzione del monopolio: notizie e documenti. Napoli: Bollettino dell’Archivio Storico del Banco di Napoli, tomo 3.Google Scholar
  36. ———. 1952. Sui banchieri pubblici nella città di Napoli dalla costituzione del monopolio alla fine dei banchi dei mercanti. Nortizie e documenti. Napoli: Bollettino dell’Archivio Storico del Banco di Napoli, tomo 4.Google Scholar
  37. Toppi, N. 1655. De origine omnium tribunalium. Napoli: tipografia Onofrio Savi.Google Scholar
  38. Tortora, E. 1890. Nuovi documenti per la storia del banco di Napoli. Napoli: Bellisario e c.Google Scholar
  39. Woolf, S. 1988. Poveri e assistenza nell’età moderna. Laterza: Roma-Bari.Google Scholar

Copyright information

© The Author(s) 2018

Authors and Affiliations

  • Paola Avallone
    • 1
  • Raffaella Salvemini
    • 1
  1. 1.National Research Council (CNR) – Institute of Studies on Mediterranean Societies (ISSM)NaplesItaly

Personalised recommendations