Advertisement

The Faculties of Political Sciences and Schools for Advanced Corporative Studies

  • Fabrizio BientinesiEmail author
  • Marco Cini
Chapter
Part of the Palgrave Studies in the History of Economic Thought book series (PHET)

Abstract

The fascist regime created six faculties of political sciences and many academic degrees in political sciences in the faculties of law, with the double aim of forming the State administrative staff and of shaping the new ruling class of the country. From 1928 on, the regime also created post-graduate specialisation schools in corporative studies, to support the establishment of a corporatist structure in the Italian economy. On the one hand, the result was an increase in economic teaching, but, on the other hand, many shortcomings prevented the reaching of the regime’s goals. In the early 1940s, the government tried to reform the faculties of political sciences and the corporatist schools, but the ongoing war hindered these attempts, and the experiment completely failed.

References

  1. Amore Bianco, F. (2012). Il cantiere di Bottai. La scuola corporativa pisana e la formazione della classe dirigente fascista. Siena: Cantagalli.Google Scholar
  2. Annuario della R. Università di Torino 1935–36-XIV e 1936–37-XV. Torino: Stab. Tip. Villarboito.Google Scholar
  3. Annuario Statistico Italiano. (1942). Roma: Istituto Poligrafico dello Stato.Google Scholar
  4. Annuario Statistico Italiano. (1943). Roma: Istituto Poligrafico dello Stato.Google Scholar
  5. Arena, C. (1942). Sull’ordinamento degli studi di economia e finanza. Gli Ai della Università d’Italia, III(4), 301–308.Google Scholar
  6. Barucci, P., Misiani, S., & Mosca, M. (Eds.). (2015). La cultura economica tra le due guerre. Milano: FrancoAngeli.Google Scholar
  7. Bianchi, O. (2013). Dalla Scuola di studi corporativi alla Facoltà di Scienze politiche. Annali di Storia delle Università italiane, 17, 207–228.Google Scholar
  8. Bolech Cecchi, D. (1997). Le riviste della Facoltà (1926–1966). Il Politico, LXII(181), 245–248.Google Scholar
  9. Bolech Cecchi, D. (2003). La Facoltà di Scienze politiche dalla costituzione alla riforma (1926–1968). Annali di Storia delle Università italiane, 7, 227–248.Google Scholar
  10. Cappuccio, A. (2009). La Facoltà di Giurisprudenza di Messina tra Fascismo e Liberazione (1934–1946). In G. Pace Gravina (Ed.), La Facoltà di giurisprudenza della Regia Università degli studi di Messina (1908–1946) (pp. 77–103). Messina: GBM.Google Scholar
  11. Caravale, M. (1995). Per una storia della Facoltà di Scienze politiche in Italia: il caso di Roma. Le Carte e la storia, I(2), 17–28.Google Scholar
  12. Casadei, F. (1994). Tra economia politica e corporativismo. Appunti per una storia universitaria delle discipline economiche dal 1923 al 1939. Storia e problemi contemporanei, 13, 79–101.Google Scholar
  13. Cazzetta, G. (2004). La Facoltà di Giurisprudenza nella Libera Università di Ferrara (1860–1942). In Per una storia dell’Università di Ferrara (pp. 183–212). Bologna: Clueb.Google Scholar
  14. Cherubini, D. (2010). Le Facoltà di Scienze politiche in Italia. Le origini del Corso di Laurea in Scienze politiche dell’Università di Siena. Rassegna Storica Toscana, LVI(1), 7–121.Google Scholar
  15. Colombo, A., & Ornaghi, L. (1987). La facoltà di Scienze politiche di Pavia e della Cattolica: due casi di “autonomia” degli studi. In Cultura e società negli anni del fascismo (pp. 323–360). Milano: Cordani.Google Scholar
  16. D’Addio, M. (2003). Le origini della Facoltà Romana di Scienze Politiche. In F. Lanchester (Ed.), Passato e presente delle facoltà di scienze politiche (pp. 25–44). Giuffrè: Milano.Google Scholar
  17. De Valles, A. (1933). Le Facoltà di Scienze Politiche e le controversie sulla loro autonomia. Annali di Scienze politiche, fasc, 6(II), 123–132.Google Scholar
  18. Duchini, F. (1998). L’economia. In L’Università Cattolica a 75 anni dalla fondazione (pp. 237–277). Milano: Vita e Pensiero.Google Scholar
  19. Ge Rondi C. (1997). La dinamica degli iscritti a Scienze politiche (1925–1996). Il Politico, LXII(181), 221–224.Google Scholar
  20. Gentile, E. (2003). La Facoltà di Scienze politiche nel periodo fascista. In F. Lanchester (Ed.), Passato e presente delle facoltà di scienze politiche (pp. 45–85). Giuffrè: Milano.Google Scholar
  21. Gioia, V., & Spalletti, S. (2005). Etica ed economia: la vita, le opere e il pensiero di Giovanni Lorenzoni. Soveria Mannelli: Rubbetino.Google Scholar
  22. Giuntella, M. C. (1978). La Facoltà di Scienze politiche di Perugia e la formazione della classe dirigente fascista. In G. Nenci (Ed.), Politica e società in Italia dal fascismo alla Resistenza. Problemi di storia nazionale e storia umbra (pp. 293–313). Bologna: Il Mulino.Google Scholar
  23. Giuntella, M. C. (1992). Autonomia e nazionalizzazione dell’Università. Il fascismo e l’inquadramento degli Atenei. Roma: Edizioni Studium.Google Scholar
  24. Gli Annali della Università d’Italia. (1939). I (1).Google Scholar
  25. Gualerni, G. (2003). Divenire umani. L’evolversi del pensiero economico di Vito negli anni 1929–1944. In D. Parisi & C. Rotondi (Eds.), Francesco Vito. Attualità di un economista politico (pp. 187–200). Milano: Vita e Pensiero.Google Scholar
  26. Istat. (1936). Statistica dell’Istruzione superiore per l’anno accademico 1931–32 e notizie statistiche per gli anni accademici dal 1926–27 al 1930–31. Roma: Istituto Poligrafico dello Stato.Google Scholar
  27. Lanchester, F. (2011). Origini e sviluppi della Facoltà romana di Scienze politiche. In V. I. Comparato, R. Lupi & G. Montanari (Eds.), Le scienze politiche. Modelli contemporanei (pp. 187–200). Milano: FrancoAngeli.Google Scholar
  28. Li Donni, A., & Travagliante, P. (2016). Il pensiero, le dottrine e l’insegnamento economico in Sicilia nel ventennio fascista. Milano: FrancoAngeli.Google Scholar
  29. Lotti, L. (1984). Gli studi politici e sociali: il “Cesare Alfieri” da Istituto a Facoltà. In Storia dell’Ateneo Fiorentino (contributi di studio) (pp. 525–542). Firenze: Parretti.Google Scholar
  30. Mangoni, L. (1994). Scienze politiche e architettura: nuovi profili professionali nell’università italiana. In I. Porciani (Ed.), L’Università tra Ottocento e Novecento: i modelli europei e il caso italiano (pp. 381–398). Napoli: Jovene.Google Scholar
  31. Michels, R. (1933, July–September). L’Enseignement des sciences politiques en Italie. Revue des sciences politiques, 48, 424–428.Google Scholar
  32. Ministero dell’educazione nazionale. (1937). Scuole universitarie di perfezionamento e di specializzazione. Roma: Tipografia del Ritir.Google Scholar
  33. Ornaghi, L. (1988). Mauri e la Scuola di scienze politiche. Bollettino dell’Archivio per la storia del movimento cattolico in Italia, 23, 143–150.Google Scholar
  34. Panunzio, S. (1932, June 16). L’insegnamento politico in Italia e le Facoltà di Scienze politiche. Nuova Antologia, fasc. 1446, pp. 475–490.Google Scholar
  35. Pelleriti, E. (2017). La fascistizzazione degli atenei siciliani: i docenti, le discipline, la didattica. In G. Astuto & A. Nicosia (Eds.), La Sicilia e il Mezzogiorno. Dall’impresa libica alla Grande Guerra (pp. 289–300). Napoli: Editoriale Scientifica.Google Scholar
  36. Ricuperati, G. (1994). Per una storia dell’Università italiana da Gentile a Bottai: appunti e discussioni. In I. Porciani (Ed.), L’Università tra Ottocento e Novecento: i modelli europei e il caso italiano (pp. 313–377). Napoli: Jovene.Google Scholar
  37. Rogari, S. (2004). Il “Cesare Alfieri” da Istituto a Facoltà di Scienze politiche. In L’Università di Firenze degli studi di Firenze. 1924–2004 (Vol. II, pp. 677–693). Firenze: Olschki.Google Scholar
  38. Scaramozzino, P. (1968). Lo sviluppo della Facoltà di Scienze politiche in Italia. Milano: Giuffrè.Google Scholar
  39. Signori, E. (2007). Università e Fascismo. In G. P. Brizzi, P. Del Negro, & A. Romano (Eds.), Storia delle Università d’Italia (Vol. I, pp. 381–423). Messina: Sicania.Google Scholar
  40. Simone, G. (2015). Fascismo in cattedra. La Facoltà di Scienze politiche di Padova dalle origini alla Liberazione (1924–1945). Padova: Padova University Press.Google Scholar
  41. Tesoro, M. (1997). Come è nata la Facoltà. Il Politico, LXII(181), 191–210.Google Scholar
  42. Treggiari, F. (2014). «Libera», «Regia», di massa: l’Università degli Studi di Perugia. In M. Tosti (Ed.), Storia dell’Umbria dall’Unità a oggi. Poteri, istituzioni e società (pp. 135–165). Venezia: Marsilio.Google Scholar
  43. Università degli Studi di Padova. (1941). Annuario per l’anno accademico 1940–41. Padova: Tipografia del Seminario.Google Scholar
  44. Varnier, G. B. (2013). Alle origini della Facoltà di Scienze politiche: il corso di laurea. In M. A. Falchi (Ed.), Le scienze politiche nel mondo contemporaneo (pp. 34–55). De Ferrari: Genova.Google Scholar
  45. Vinci, A. M. (1987). Le culture economico-giuridiche e l’imperialismo fascista nei Balcani: il caso dell’Università di Trieste. In Cultura e società negli anni del fascismo (pp. 445–472). Milano: Cordani.Google Scholar
  46. Visconti, A. (1950). La storia dell’Università di Ferrara (1391–1955). Bologna: Zanichelli.Google Scholar
  47. Vito, F. (1943). L’indirizzo degli studi economici nelle Facoltà di scienze politiche. In Funzione e struttura delle Facoltà di Scienze politiche. Atti del convegno interuniversitario 16–17 aprile 1942-XX (pp. 71–77). Firenze: R. Università degli Studi.Google Scholar

Copyright information

© The Author(s) 2019

Authors and Affiliations

  1. 1.University of PisaPisaItaly

Personalised recommendations