Advertisement

The Improvement of the Production and Quality: The Case of Wine Production in the Eastern Lombardy During the Nineteenth and Twentieth Centuries (Provinces of Bergamo and Brescia)

  • Paolo TedeschiEmail author
Chapter
Part of the Palgrave Studies in Economic History book series (PEHS)

Abstract

The paper illustrates the progressive improvement of the quality and retailing of wine in the provinces of Bergamo and Brescia (Eastern Lombardy) during the nineteenth and twentieth centuries. Some important changes concerned winegrowing and winemaking and led to improving the quality of the wine. In the early nineteenth century most of viticulturists in fact produced low-quality wine: there were only two relevant exceptions. Outbreaks of powdery mildew, peronospora, and phylloxera seriously damaged vines and grapes and strongly reduced the land cultivated by vines as well as the number of winemakers. These latter had to renew their vines and they also created consortia for the protection and sale of their wine. During the twentieth century, the viticulture and winemaking benefited from the improvements and innovations concerning the oenological technology and transport networks. Since the 1960s the “enotechno-revolution” allowed best winemakers to create new high-quality sparkling wines and DOC [Controlled Designation of the Origin] (or DOCG [Controlled and Guaranteed Designation of the Origin]) wines which had great success on the main international markets.

Keywords

Wine Viticulture Eastern Lombardy 

References

  1. Agosti G.C. (1814), Regole per la coltivazione delle viti secondo la pratica e l’esperienza, Bergamo, Duci.Google Scholar
  2. Archetti G. (ed.) (2003), La civiltà del vino: fonti, temi e produzioni vitivinicole dal Medioevo al Novecento, Brescia, Centro culturale artistico di Franciacorta e del Sebino.Google Scholar
  3. Archetti G. (ed.) (2006), ‘Giovanni Bonsignori tra memoria e attualità’, Civiltà Bresciana, pp. 3–4.Google Scholar
  4. Bajoni C. (1823), Metodo per fare, migliorare e conservare il vino che felicemente può riuscire nella collina e nel piano di Lombardia con note e aggiunte dell’autore per il vino forzato e vinetto economico, Bergamo, Mazzoleni.Google Scholar
  5. Belfanti C.M., Taccolini M. (eds.) (2008a), Storia dell’agricoltura bresciana, vol. I, Dall’antichità al secondo Ottocento, Brescia: Fondazione Civiltà Bresciana.Google Scholar
  6. Belfanti C.M., Taccolini M. (eds.) (2008b), Storia dell’agricoltura bresciana, vol. II, Dalla grande crisi agraria alla politica agricola comunitaria, Brescia: Fondazione Civiltà Bresciana.Google Scholar
  7. Berlucchi M. (1988), ‘Il vino di ieri e oggi’, Commentari dell’Ateneo di Brescia, pp. 237–247.Google Scholar
  8. Bettoni Cazzago L. (1879a), ‘Monografia sulla vite del lago di Garda’, Commentari dell’Ateneo di Brescia, pp. 19–25.Google Scholar
  9. Bettoni Cazzago L. (1879b), ‘Il vino del lago di Garda’, Commentari dell’Ateneo di Brescia, pp. 45–51.Google Scholar
  10. Bourillon F., Vivier N. (eds.) (2012), La mesure cadastrale. Réflexion sur la valeur des estimations cadastrales, Rennes, PUR, pp. 17–39.Google Scholar
  11. Câmara B. (2006), ‘The Portuguese Civil Code and the Colonia Tenancy Contract in Madeira (1867–1967)’, Continuity and Change, 2, pp. 213–233.Google Scholar
  12. Camera di Commercio di Brescia (1973), I vini bresciani, Brescia, Sardini.Google Scholar
  13. Carmona J. (2006), ‘Sharecropping and Livestock Specialization in France, 1830–1930’, Continuity and Change, 2, pp. 235–259.Google Scholar
  14. Carmona J., Simpson J. (1999), ‘The “Rabassa Morta” in Catalan Viticulture: The Rise and Decline of a Long Term Sharecropping Contract, 1670s–1920s’, The Journal of Economic History, pp. 290–315.Google Scholar
  15. Carugati D.G. (ed.) (2012), Berlucchi 1961–2011. Sogno e realtà Franco Ziliani, pioniere in Franciacorta, Milan, Electa.Google Scholar
  16. Cohen J.S., Galassi F.L. (1990), ‘Sharecropping and Productivity: “Feudal Residues” in Italian Agriculture’, The Economic History Review, 4, pp. 646–656.Google Scholar
  17. Colombo F. (1909), Notizie storico-statistiche della scuola ed alunni che la frequentarono e che furono licenziati dal 1874 al 1908, Bergamo, Cooperativa begamasca d’arti grafiche.Google Scholar
  18. Compagnoni D. (2000), Vitigni in provincia di Bergamo, Bergamo, Provincia di Bergamo.Google Scholar
  19. Consorzio antifillosserico bresciano (1922), I 25 anni di attività del Consorzio antifillosserico bresciano (1897–1922), Brescia, Apollonio.Google Scholar
  20. Cova A. (1977), Aspetti dell’economia agricola lombarda dal 1796 al 1814. Il valore dei terreni, la produzione, il mercato, Milan, Vita e Pensiero.Google Scholar
  21. Cova A. (1989), ‘Problemi tecnici ed economici della produzione di vino in Italia tra Otto e Novecento’, Il vino (1989), pp. 319–337.Google Scholar
  22. Della Valentina G.L. (1996), ‘L’agricoltura (1870–1945)’, in Zaninelli, Zamagni (1996), pp. 13–88.Google Scholar
  23. Faccini L. (ed.) (1986), Agricoltura e condizioni di vita dei lavoratori agricoli lombardi: 1835–1839. Inchiesta di Karl Czoernig, Milan, Ed. Bibliografica.Google Scholar
  24. Fatti e idee di storia economica nei secoli XIX–XX. Studi dedicati a Franco Borlandi (1977), Bologna, Il Mulino.Google Scholar
  25. Federico G. (2006), ‘The “Real” Puzzle of Sharecropping: Why Is It Disappearing?’, Continuity and Change, 2, pp. 261–285.Google Scholar
  26. Ferrini G. (1822), ‘Nuovo metodo di fare il vino condensando i vapori che esalano nella fermentazione per trarne profitto’, Commentari dell’Ateneo di Brescia, pp. 1–23.Google Scholar
  27. Finzi R. (2007), Mezzadria svelata? Un esempio storico e qualche riflessione fra teoria e storiografia, Bologna, Clueb.Google Scholar
  28. Gabba A. (1836), ‘Due nuove macchine utili nella fabbricazione del vino di Giuseppe Torri falegname abitante in Cologne, provincia di Brescia’, Giornale Agrario Lombardo-Veneto, 6, pp. 174–176.Google Scholar
  29. Galassi F.L. (1993), ‘Mezzadria e sviluppo tecnologico tra ’800 e ’900’, Rivista di Storia dell’Agricoltura, 2, pp. 103–116.Google Scholar
  30. Galassi F.L. (1996), ‘Innovazioni tecniche e mezzadria alla fine dell’Ottocento: critica di un modello’, Innovazione (1989), pp. 99–112.Google Scholar
  31. Garrett M., Xu Z. (2003), ‘The Efficiency of Sharecropping: Evidence from the Postbellum South’, Southern Economic Journal, 69, pp. 578–595.Google Scholar
  32. Gnaga A. (1904), La provincia di Brescia e la sua Esposizione, Brescia, Geroldi.Google Scholar
  33. Il vino nell’economia e nella società italiana medioevale e moderna (1989), Florence, Accademia dei Georgofili.Google Scholar
  34. Innovazione e sviluppo. Tecnologia e organizzazione fra teoria economica e ricerca storica (secoli XVI–XX) (1989), Bologna, Monduzzi, pp. 99–112.Google Scholar
  35. Ismea (2007), I vini Doc e Docg. Una mappatura della viticoltura regionale a denominazione d’origine, Rome.Google Scholar
  36. Istituzioni Agrarie in Provincia di Brescia. Storia e documenti (1999), Brescia, Squassina.Google Scholar
  37. La lotta contro la fillossera nella provincia di Bergamo. Iniziative della R. Scuola d’Agricoltura di Grumello del Monte e del suo direttore prof. D. Tamaro (1900), Bergamo, Bolis.Google Scholar
  38. Locatelli A.M. (2003), Riforma fiscale e identità regionale: il catasto per il Lombardo-Veneto (1815–1853), Milan, Vita e Pensiero.Google Scholar
  39. Locatelli A.M., Tedeschi P. (2012), ‘Entre réforme fiscale et développement économique: les cadastres en Lombardie aux 18ème et 19ème siècles’, in Bourillon, Vivier (2012), pp. 17–39.Google Scholar
  40. Luporini A., Parigi B. (1996), ‘Multi-task Sharecropping Contracts: the Italian Mezzadria’, Economica, 251, pp. 445–457.Google Scholar
  41. MAIC Ministero Agricoltura, Industria e Commercio (1914), Il vino in Italia. Produzione – Comemrcio con l’estero – Prezzi, Rome, Cecchini.Google Scholar
  42. Maironi da Ponte G. (1803), Osservazioni sul Dipartimento del Serio, Bergamo, Natali.Google Scholar
  43. Marache C., Vivier N. (eds.) (2013), ‘L’Etat et les sociétés rurales: enquêtes agricoles, enquêteurs et enquêtés en Europe du Sud aux XIXe et XXe siècles’, Annales du Midi, p. 284.Google Scholar
  44. Marengoni M. (1985), ‘Moscato di Scanzo: quando la tradizione del viticoltore incontra la nobiltà del vitigno’, Vignevini, n. 6.Google Scholar
  45. Marengoni M. (1996), Vite e Vino in terra bergamasca dai tempi più antichi ai giorni nostri, Bergamo, Provincia di Bergamo.Google Scholar
  46. Milesi O. (1984), Spumanti in Franciacorta, Brescia, Grafo.Google Scholar
  47. Milesi O. (2001), Fillossera a Brescia. Dalla scoperta alla sconfitta, Brescia, Graficadinamica.Google Scholar
  48. Moioli A. (1978), ‘I sistemi agricoli nella Lombardia orientale durante la prima metà dell’Ottocento. Il caso delle zone ex-venete (province di Bergamo, Brescia e Cremasco)’, Rivista di Storia dell’Agricoltura, 3, pp. 15–70.Google Scholar
  49. Monà A. (1875), ‘Principali innovazioni tentate in questi ultimi tempi nella vinificazione’, Commentari dell’Ateneo di Brescia, pp. 108–112.Google Scholar
  50. Onger S. (ed.) (2004), L’Ateneo di Brescia (1802–2002). Atti del Convegno Storico per il Bicentenario di fondazione dell’Ateneo di scienze, lettere e arti di Brescia, Brescia, Ateneo di Brescia.Google Scholar
  51. Onger S. (2008), Istruzione agronomica e innovazione tecnica in agricoltura (1797–1859), in Belfanti, Taccolini (2008a), pp. 311–345.Google Scholar
  52. Pagani G.B. (1826), ‘Sul maritaggio delle viti coi gelsi’, Commentari dell’Ateneo di Brescia, pp. 104–105.Google Scholar
  53. Paris I. (2008), La nascita del Comizio Agrario e la formazione delle scuole agrarie nella seconda metà del XIX secolo, in Belfanti, Taccolini (2008b), pp. 1–40.Google Scholar
  54. Romani M. (1977a), ‘Produzione e commercio dei vini in Lombardia nei secoli XVIII e XIX’, in Romani, pp. 514–539.Google Scholar
  55. Romani M. (1977b), Aspetti e problemi di storia economica lombarda nei secoli XVIII e XIX. Scritti riediti in memoria (S. Zaninelli ed.), Milan, Vita e Pensiero.Google Scholar
  56. Sabatti A. (1807), Quadro statistico del dipartimento del Mella, Brescia, Bettoni.Google Scholar
  57. Santos R. (2006), ‘Risk-Sharing and Social Differentiation of Demand in Land-Tenancy Markets in Southern Portugal, Seventeenth–Nineteenth Centuries’, Continuity and Change, 2, pp. 287–312.Google Scholar
  58. Statuto del Consorzio Cooperativo per la ricostituzione dei vigneti nel comune di Grumello del Monte (1899), Bergamo, Istituto italiano d’arti grafiche.Google Scholar
  59. Strangio D. (ed.) (2018), Istituzioni, disuguaglianze, economia in Italia. Una visione diacronica, Milano, FrancoAngeli.Google Scholar
  60. Tedeschi P. (1999a), Economia e sindacato nel Bresciano tra primo dopoguerra e fascismo: le Unioni del lavoro (1918–1926), Milan, FrancoAngeli.Google Scholar
  61. Tedeschi P. (1999b), ‘La formazione delle Istituzioni Agrarie Raggruppate’, Istituzioni (1999), pp. 13–53.Google Scholar
  62. Tedeschi P. (2002), ‘Contratti agrari e produttività del fattore lavoro nei primi decenni del ’900 nelle province della Lombardia orientale’, in Zaninelli, Taccolini (2002), pp. 555–572.Google Scholar
  63. Tedeschi P. (2003), ‘Il rinnovamento colturale. Aspetti della viticoltura bresciana fra Ottocento e Novecento’, in Archetti (2003), pp. 789–816.Google Scholar
  64. Tedeschi P. (2004), ‘L’Ateneo e gli studi d’agricoltura nell’Ottocento’, in Onger (2004), pp. 227–275.Google Scholar
  65. Tedeschi P. (2006a), I frutti negati: assetti fondiari, modelli organizzativi, produzioni e mercati agricoli nel Bresciano durante l’età della Restaurazione, Brescia, Fondazione Civiltà Bresciana.Google Scholar
  66. Tedeschi P. (2006b), Padre Giovanni Bonsignori e l’agricoltura bresciana all’inizio del XX secolo: innovazioni nei processi produttivi e nell’istruzione agraria, in Archetti (2006), pp. 49–84.Google Scholar
  67. Tedeschi P. (2008a), ‘Marché foncier et systèmes de production agricoles dans l’Italie du nord au XIXe siècle: le cas de la Lombardie orientale’, European Review of History, 5, pp. 459–477.Google Scholar
  68. Tedeschi P. (2008b), ‘L’economia agricola bresciana dall’età napoleonica alla grande crisi agraria: assetti fondiari, contratti, tecniche colturali e produzioni’, in Belfanti, Taccolini (2008a), pp. 231–310.Google Scholar
  69. Tedeschi P. (2013), ‘Les enquêtes agraires en Lombardie au XIXe siècle’, in Marache, Vivier (2013), pp. 525–541.Google Scholar
  70. Tedeschi P. (2017), ‘Note sull’evoluzione dei contratti di compartecipazione nelle campagne lombarde’, in Varini (2017), pp. 153–177.Google Scholar
  71. Tedeschi P., Vaquero Piñeiro M. (2018), ‘L’agricoltura italiana dagli anni ’30 al nuovo millennio nelle statistiche dell’Istat: crescita produttiva e benessere’, in Strangio (2018), pp. 141–169.Google Scholar
  72. Trezzi L. (1974), ‘La grande crisi agricola nella stampa cattolica bergamasca e bresciana (1879–1895)’, Bollettino dell’Archivio per la storia del movimento sociale cattolico in Italia, 1, pp. 108–147.Google Scholar
  73. Varini V. (ed.) (2017), L’uomo al centro della storia. Studi in onore di Luigi Trezzi, Milan, FrancoAngeli.Google Scholar
  74. Zaninelli S. (1977), ‘Un tema di storia dell’agricoltura italiana fra Otto e Novecento: la diffusione della fillossera ed il rinnovamento della viticoltura’, Fatti (1977), pp. 861–878.Google Scholar
  75. Zaninelli S., Taccolini M. (eds.) (2002), Il lavoro come fattore produttivo e come risorsa nella storia economica italiana, Milan, Vita e Pensiero.Google Scholar
  76. Zaninelli S., Zamagni V. (eds.) (1996), Storia economica e sociale di Bergamo, vol. Fra ottocento e novecento, t. 1, Tradizione e modernizzazione, Bergamo, Fondazione per la storia economica e sociale di Bergamo.Google Scholar

Copyright information

© The Author(s) 2019

Authors and Affiliations

  1. 1.DEMSUniversity of Milano-BicoccaMilanItaly

Personalised recommendations