Annali di Matematica Pura ed Applicata

, Volume 11, Issue 1, pp 215–245 | Cite as

Equazioni intrinseche della meccanica dei sistemi continui perfettamente od imperfettamente flessibili

  • B. Finzi
Article
  • 23 Downloads

Sunto

L' A. esprime in forma intrinseca le leggi che governano i sistemi continui perfettamente od imperfettamente flessibili. Ciò è possibile individuando mediante insiemi di tensori dellaVn che i sistemi continui costituiscono, vettori o tensori di unaVm in cui è immersa laVn, ed istituendo un calcolo assoluto che operi su questi insiemi.

Preview

Unable to display preview. Download preview PDF.

Unable to display preview. Download preview PDF.

Literatur

  1. (1).
    « Sitzungsber. der preuss. Akademie der Wiss. Phys.-Math. Klasse », 1931, XXV, p. 541.Google Scholar
  2. (2).
    Infatti, laV 4 è sempre immersa in uno spazio euclideo avente un numero di dimensioni non maggiore di 10, mentre laV 5 è sempre immersa in uno spazio euclideo avente un numero di dimensioni non maggiore di 15. Entrambe sono dunque sempre immerse in uno spazio euclideo avente un numero di dimensioni non maggiore di 15.Google Scholar
  3. (1).
    Loco citato, § 1.Google Scholar
  4. (2).
    P. Burgatti, T. Boggio, C. Burali-Forti,Analisi vettoriale generale, vol. II;Geometria differenziale, Bologna, 1930, p. 284.Google Scholar
  5. (1).
    B. Finzi,Matrici, tensori, omografie. « Rend. Seminario Matematico e Fisico di Milano », vol. V, 1931.Google Scholar
  6. (2).
    P. Burgatti, T. Boggio, C. Burali-Forti, loco citato, p. 287.Google Scholar
  7. (3).
    P. Burgatti, T. Boggio, C. Burali-Forti, loco citato, p. 146.Google Scholar
  8. (1).
    T. Levi-Civita,Lezioni di calcolo differenziale assoluto. Roma 1925, p. 118.Google Scholar
  9. (2).
    P. Burgatti, T. Boggio, C. Burali-Forti, loco citato, p. 177.Google Scholar
  10. (1).
    P. Burgatti, T. Boggio, C. Burali-Forti, loco citato, p. 177 e p. 284.Google Scholar
  11. (2).
    P. Burgatti, T. Boggio, C. Burali-Forti, loco citato, p. 285.Google Scholar
  12. (3).
    L. Bianchi,Lezioni di Geometria differenziale, vol. I, parte I, Pisa 1920, p. 166. Cfr.Burali-Forti,Fondamenti per la Geometria differenziale su di una superficie col metodo vettoriale generale. « Rend. del Circolo Matematico di Palermo », t. XXXIII, n. 46.Google Scholar
  13. (1).
    Si intende chea rs eb rs non sono qualunque: essi debbono ubbidire alle condizioni di integrabilità, che pern=2 sono le condizioni note sotto il nome diGauss eCodazzi. (L. Bianchi, loco citato, p. 174).Google Scholar
  14. (2).
    L. Bianchi, loco citato, p. 192.Google Scholar
  15. (3).
    È pure noto che la curvatura totaleK=b /a e la curvatura mediaH=−b ii. (L. Bianchi, loco citato, p. 197).Google Scholar
  16. (1).
    P. Burgatti, T. Boggio, C. Burali-Forti, loco citato, p. 284.Google Scholar
  17. (1).
    P. Burgatti, T. Boggio, C. Burali-Forti, loco citato, p. 279.Google Scholar
  18. (2).
    P. Burgatti,I teoremi del gradiente,... « Memoria dell' Accademia delle Scienze di Bologna », 1917;R. Marcolongo,Su alcuni operatori superficiali. « Rend. R. Acc. Naz. dei Lincei », vol. XXVI, 1917.Google Scholar
  19. (2).
    U. Cisotti,Sul rotore dei tensori. « Rend. R. Acc. Naz. dei Lincei », vol. VII, 1928, p. 169. Cfr.B. Finzi,Meccanica dei sistemi continui non euclidei. « Rend. Ist. Lombardo », vol. LXII, p. 859.Google Scholar
  20. (1).
    T. Levi-Civita,Statica einsteiniana. « Rend. R. Acc. Naz. dei Lincei », vol. XXVI, 1917, p. 458. —ds 2 einsteiniani in campi newtoniani, III.Formule ausiliarie. « Rend. R. Acc. Naz. dei Lincei », vol. XXVII, 1918, § 3, p. 183.Google Scholar
  21. (1).
    Cfr.T. Levi-Civita eU. Amaldi,Lezioni di Meccanica Razionale, vol. I, Bologna, 1923, cap. XIV.Google Scholar
  22. (1).
    La forza unitariaF si considera come forza impressa, e, seguendoMaggi (« Selecta », Milano, 1932, p. 84), si annoverano fra le forze impresse anche le eventuali forze d'attrito.Google Scholar
  23. (1).
    T. Levi-Civita eU. Amaldi, loco citato, cap. XIV, § 5.Google Scholar
  24. (1).
    T. Levi-Civita eU. Amaldi, loco citato, p. 627.Google Scholar
  25. (2).
    Cfr. la seconda nota di § 10.Google Scholar
  26. (1).
    Si noti che, mentre le prime (VI′) fanno intervenire soltanto elementi metrici, l'ultima fa intervenire la seconda forma (13). Ciò fu da me già constatato in un caso particolare (Sui veli elastici, « Annali di Matematica », serie IV, tomo V, § 3. Cfr. ancheB. Caldonazzo,Sulla meccanica della superficie, « Monitore Tecnico », nn. 1 e 2, 1920).Google Scholar
  27. (2).
    B. Finzi,Meccanica dei sistemi continui non euclidei. « Rend. Ist. Lombardo », vol. LXII, 1929, p. 859.Google Scholar
  28. (2).
    A. Clebsch,Theorie der Elastizität fester Körper, § 69, Leipzig, 1862. Cfr. ancheHandbuch der Physikalischen und Technischen Mechanik, Band. III (J. W. Geckeler), p. 150, Leipzig, 1927.Google Scholar

Copyright information

© Nicola Zanichelli 1933

Authors and Affiliations

  • B. Finzi
    • 1
  1. 1.Milano

Personalised recommendations