Advertisement

Erratum a: ATA vs EU-TIRADS vs AACE/ACE/AME: criteri ecografici tiroidei a confronto

  • T. Rago
  • S. Manfrini
  • S. Briganti
  • A. Palermo
Erratum
  • 37 Downloads

Erratum a: L’Endocrinologo (2018) 19(4): 210–212   https://doi.org/10.1007/s40619-018-00468-y

In seguito alla pubblicazione dell’articolo, sono stati rilevati errori e inesattezze.

Ci scusiamo coi lettori e riportiamo di seguito le correzioni:

1. Lista degli autori

La lista degli autori dell’articolo pubblicato non è corretta, di seguito l’elenco corretto:

T. Rago 1 , S. Manfrini 2 , S. Briganti 2 , A. Palermo 2

1 Dipartimento Attività Integrata Specialità Mediche, U.O. di Endocrinologia I, Azienda Ospedaliero-Universitaria di Pisa, Università di Pisa; Pisa, Italia

2 Struttura Complessa di Endocrinologia del Policlinico dell’Università Campus Biomedico, Roma, Italia.

2. Paragrafo “Raccomandazioni per l’esecuzione di FNA nei noduli tiroidei

Linee guida ATA
  • Nodulo benigno: no FNA.

  • Nodulo a rischio molto basso: osservazione; FNA nei noduli di dimensioni \({\geq}\,2~\mbox{cm}\)

  • Nodulo a rischio basso: FNA nei noduli \({\geq}\,1{,}5~\mbox{cm}\)

  • Nodulo a rischio intermedio: FNA nei noduli \({>}\,1~\mbox{cm}\)

  • Nodulo ad alto rischio: FNA nei noduli \({>}\,1~\mbox{cm}\) (Tabella 1)

Linee guida AACE/ACE/AME:
  • Nodulo a rischio basso: noduli spongiformi o prevalentemente cistici senza caratteri ecografici sospetti, raccomandato FNA solo quando i noduli sono \({>}\, 2~\mbox{cm}\), se aumentano di dimensioni o sono associati una storia di alto rischio prima della chirurgia o terapia ablativa mini-invasiva. I noduli a basso rischio \({<}\,5~\mbox{mm}\) dovrebbero essere monitorati, indipendentemente dai caratteri ecografici.

  • Nodulo a rischio intermedio: FNA nei noduli \({>}\,2~\mbox{cm}\).

  • Nodulo a rischio alto: FNA nei noduli \({\geq}\,1~\mbox{cm}\). Nei noduli ad alto rischio di dimensioni tra 5–10 mm, in accordo con il paziente, considerare l’osservazione clinica o FNA. (Tabella 1) FNA è raccomandata
    • nei noduli sottocapsulari o lesioni paratracheali,

    • in presenza di linfonodi sospetti o diffusione extratiroidea

    • storia personale o familiare carcinoma della tiroide

    • pregressa irradiazione testa –collo

    • altri quadri clinici sospetti (ad es. comparsa di disfonia)

3. Paragrafo “Raccomandazioni per eseguire l’FNA”
  • EU-TIRADS 1: FNA no raccomandato

  • EU-TIRADS 2: FNA no raccomandato

  • EU-TIRADS 3: FNA raccomandato se nodulo > 2 cm

  • EU-TIRADS 4: FNA raccomandato se nodulo > 1,5 cm

  • EU-TIRADS 5: FNA raccomandato se nodulo > 1 cm, nei noduli di dimensioni >1 cm raccomandato FNA o sorveglianza attiva

Immagine ecografica (sezione longitudinale) che documenta in un lobo tiroideo di normali dimensioni la presenza di un nodulo solido, ipoecogeno, disomogeneo, con lacune, margini irregolari, sfrangiati \(6\times 8\times 11\) mm.

Secondo le classificazioni descritte, questo nodulo dovrebbe essere considerato a rischio alto. Il paziente è stato sottoposto a tiroidectomia per una citologia sospetta. L’esame istologico ha confermato la diagnosi di Ca papillare.

4. Conflitto di interesse

Gli Autori T. Rago, S. Manfrini, S. Briganti e A. Palermo dichiarano di non avere conflitti di interesse.

Copyright information

© Springer Nature Switzerland AG 2018

Authors and Affiliations

  1. 1.Dipartimento Attività Integrata Specialità Mediche, U.O. di Endocrinologia I, Azienda Ospedaliero-Universitaria di PisaUniversità di PisaPisaItalia
  2. 2.Struttura Complessa di Endocrinologia del Policlinico dell’Università Campus BiomedicoRomaItalia

Personalised recommendations