Advertisement

Neohelicon

, Volume 45, Issue 1, pp 55–63 | Cite as

Sulla “rettorica” di Michelstaedter. Il ruolo di Schopenhauer e alcuni richiami alla “viennese” filosofia del linguaggio

  • Giuseppe Antonio Camerino
Article
  • 39 Downloads

Abstract

Il concetto di “rettorica” nello scrittore e filosofo Carlo Michelstaedter, goriziano austroungarico, è un contributo molto originale al dibattito sulla Sprachkritik nella Vienna di inizio Novecento, città dove egli era, in un primo tempo, intenzionato a seguire all’università, i corsi di Matematica. Specie nella parte finale della sua opera maggiore si riconoscono fondamentali indicazioni del pensiero di Schopenhauer inerenti a tale concetto, la cui negatività e assoluta illusorietà si rivela nell’uso di parole non autentiche, cioè non necessitate dalla vita spirituale di ogni singolo parlante: parole ridotte a segni convenzionali, come scrive il Goriziano, riprendendo direttamente dall’antico Parmenide il termine ἑπίσημον, nome convenzionale. Di conseguenza la lingua degli uomini organizzata in sistema di bisogni e regole socializzate non può rivelare altro che «l’offa di parole vuote. (…). È così che nella società vecchia la lingua si cristallizza». Su questa direzione di pensiero Michelstaedter ricalca, quasi alla lettera, diversi concetti di Schopenhauer, nonché di qualche protagonista della Sprachkritik viennese, come Fritz Mauthner, scrittore e linguista boemo, non a caso anch’egli molto fedele alla lezione del filosofo di Danzica (la cui fortuna, del resto, nella cultura austroungarica, fu dilagante).

Keywords

Michelstaedter Schopenhauer Critica del linguaggio Parole vuote 

References

  1. Camerino, G. A. (2005). La persuasione e i simboli. Michelstaedter e Slataper. Edizione riveduta e accresciuta, Napoli: Liguori. (1a edizione: 1993, Milano: Istituto Propaganda Libraria).Google Scholar
  2. Camerino, G. A. (2014). Singolarità e malattia in Svevo, con richiami testuali a Freud e Schopenhauer. Aghios: Quaderni di studi sveviani 7–8: 126–138. (Atti del Convegno Internazionale sul tema Italo Svevo e le scienze: vita, tempo, scritture (Ruhr-Universität di Bochum—febbraio 2012), a cura di M. Guthmüller e E. Schomacher.).Google Scholar
  3. Frege, G. (1879). Begriffschrift. Eine der arithmetischen nachgebildete Formelsprache des reinen Denkens. Halle: Louis Nebert.Google Scholar
  4. Hegel, G. W. F. (1924). Vorlesungen über die Philosophie der Geschichte. Leipzig: Philipp Reclam jun.Google Scholar
  5. Mauthner, F. (1922). [Selbstdarstellung]. In Schmidt, R. (Hg.), Die Philosophie der Gegenwart in Selbstdarstellungen (pp. 121–144). Leipzig: Felix Meiner.Google Scholar
  6. Mauthner, F. (1982). Beiträge zu einer Kritik der Sprache. Frankfurt am Main: Ullstein (Neuauflage). La prima edizione era apparsa nel 1901-1903 a Stoccarda in tre tomi.Google Scholar
  7. Michelstaedter, C. (1912). Dialogo della salute. Genova: Edizioni A.F. Formiggini.Google Scholar
  8. Michelstaedter, C. (1982). La Persuasione e la Rettorica (edizione critica, a cura di S. Campailla). Milano: Adelphi.Google Scholar
  9. Michelstaedter, C. (1983). Epistolario (a cura di S. Campailla). Opere vol. II. Milano, Adelphi.Google Scholar
  10. Musil, R. (1980). Beitrag zur Beurteilung der Lehren Machs und Studien zur Technik und Psychotechnik. Berlin: Rowohlt (Wiederdruck).Google Scholar
  11. Schopenhauer, A. (1977a). Die Welt als Wille und Vorstellung. Zürcher Ausgabe. Werke in zehn Bänden, (ed. A. Hübscher), Bd. I–IV. Zürich: Diogenes.Google Scholar
  12. Schopenhauer, A. (1977b). Über die vierfache Wurzel des Satzes vom zureichenden Grunde. Eine philosophische Abhandlung. In Parerga und Paralipomena. Kleine philosophische Schriften I (pp. 7–179). Zürcher Ausgabe. Werke in zehn Bänden (ed. A. Hübscher), Bd. V. Zürich: Diogenes.Google Scholar
  13. Schopenhauer, A. (2013). Il mondo come volontà e rappresentazione 2 voll. (a cura di G. Brianese). Torino: Einaudi.Google Scholar
  14. Von Hofmannsthal, H. (1974b). Ein Brief. Lettera di Lord Chandos (ed. bilingue, introduzione di C. Magris, Traduzione di M. Vidusso Feriani). Milano: Rizzoli.Google Scholar

Copyright information

© Akadémiai Kiadó, Budapest, Hungary 2018

Authors and Affiliations

  1. 1.LecceItaly

Personalised recommendations