Advertisement

Annali di Matematica Pura ed Applicata

, Volume 30, Issue 1, pp 1–72 | Cite as

Trasformazioni termoleastiche finite

  • A. Signorini
Article

Sunto

Con questa Memoria l'A. continua l'esposizione sistematica delle sue ricerche nell'ambito della Elasticità non linearizzata, per dare completo sviluppo a quanto più o meno sinteticamente già si trova esposto in conferenze tenute a Stoccolma [3.o Congr. int. di Mecc. appl., 1930], a Palermo [XXIV Riunione della S. I. P. S., 1935], a Bologna [2.o Congr. della U. M. I., 1940], a Roma [Conegno mat. del 1942] e a Londra [7.o Congr. int. di Mecc. appl., 1948].

Literatur

  1. (1).
    V. in particolareRecenti progressi della teoria delle trasformazioni termoelastiche finite [« Atti del Convegno mat. del 1942 », (Roma, Bardi, 1945), pp. 153–68] eOn finite deformations of an elastic solid [Proceedings of the seventh int. Congr. for applied Mechanics, IV, pp. 237–47]. La Memoria l.a fu pubblicata nel tomo XXII (1943) pp. 33–143.Google Scholar
  2. (2).
    Uno di questi ha già trovato applicazione in lavori del prof.C. Cattaneo:Sulla velocità di propagazione del suono nell'atmosfera con riguardo alla gravità e al gradiente termico [« Nuovo Cimento », Nuova serie, 1942, pp. 230–53],Su un teorema fondamentale nella teoria delle onde di discontinuità [« Rend. Lincei », 1946, pp. 66–72 e 728–34]. Si tratta delle equazioni lineari che per un qualunque sistema a trasformazioni reversibili regolano le trasformazioni infinitesime iniziantisi da un qualunque stato di equilibrio stabile, anche se questo stato di equilibrio proviene da una trasformazione finita del sistema.Google Scholar
  3. (17).
    V. ad es.Sollecitazioni iperestatiche [« Rend. Istituto Lombardo », Serie II, Vol. LXV, Fasc. XIX-XX (1932)] n. 4.Google Scholar
  4. (18).
    V. loc. cit. nella nota prec., n. 5, nonchèC. Tolotti,Alcune proprietà degli assi d'equilibrio di Möbius [« Rend. Accademia d'Italia, Serie VII, vol. III (1942), pp. 223–28].Google Scholar
  5. (20).
    Una tale denominazione fu introdotta dalDarboux fino dal 1883, nella NotaSur les équations aux derivées partielles [Comptes-Rendus, T. XCVI, pp. 766–69].C * è configurazione di equilibrio spontaneo, quindi nulla si ricava dal porre direttamente δ = 0 nelle (33)–(34).Google Scholar
  6. (31).
    V.Trasformazioni termoelastiche finite, ecc. [« Atti della XXIV Riunione della S. I. P. S. », vol. 3o], pp. 17–18.Google Scholar
  7. (32).
    C. Tolotti,Orientamenti principali di un corpo elastico rispetto alla sua sollecitazione totale [« Memorie dell'Acc. d'Italia », Serie VII, vol. XIII], pp. 1139–62.Google Scholar
  8. (33).
    V. loc. cit. nella nota prec., p. 1159.Google Scholar
  9. (8).
    V. C. Tolotti,Sulla più generale Elasticità di secondo grado [« Rend. di Matematica », Serie V, vol. III (1942), pp. 1–20];Sul potenziale termodinamico dei solidi elastici omogenei ed isotropi per trasformazioni finite [« Atti dell'Acc. d'Italia », vol. XIV (1943) pp. 529–41].MathSciNetGoogle Scholar
  10. (12).
    Chwolson,Traité de Physique, Tome premier, troisième partie [Paris, Hermann, 1907], pag. 826.Google Scholar
  11. (13).
    Cfr., ad esempio, loc. cit. (12) eHandbuch der Physik, Bd. VI [Berlin, Springer, 1928], p. 627, Tavola 16. Nel resto di questo n. viene tralasciato l'indiceT.Google Scholar
  12. (22).
    Cfr. ad es.Love,Mathematical Theory of Elasticity [4a ed., Cambridge, 1927], p. 90.Google Scholar

Copyright information

© Swets & Zeitlinger B. V. 1949

Authors and Affiliations

  • A. Signorini
    • 1
  1. 1.Roma

Personalised recommendations