, Volume 31, Issue 2, pp 131-141

Aeroacoustics of musical instruments

Rent the article at a discount

Rent now

* Final gross prices may vary according to local VAT.

Get Access

Abstract

Musical sound can be generated from numerical solutions obtained from simple physical models of wind-instruments. We call such synthesizers ‘virtual instruments’. Crude caricatures capture the global oscillation behaviour of original instruments, providing the musician with a means of expression comparable to that obtained when playing real instruments. Music is, however, produced by details of the flow which correspond to much smaller temporal and spatial scales than the control of the global oscillation. This suggests that one has to split the physical model into two distinct parts: a simple numerical oscillator followed by a complex sound production module, driven by the output of the first module. We illustrate the background of this idea by a discussion of the clarinet, the human voice, and the trombone.

Sommario

Mediante semplici modelli fisici di strumenti musicali a fiato e loro soluzioni numeriche si può generare il suono. Si ottengono così sintetizzatori che vengono chiamati ‘strumenti virtuali’.

Anche la più elementare modellistica può simulare il comportamento oscillatorio globale fornendo al musicista un mezzo con cui esprimersi in modo paragonabile all'uso dello strumento originale. La musica, comunque, viene generata da fenomeni fluidodinamici che corrispondono a scale temporali e spaziali molto piccole rispetto all'oscillazione globale. Se ne deduce che il modello fisico può essere analizzato in due parti distinte: una semplice simulazione numerica dell'oscillazione globale seguita da un modello anche complesso per la produzione del suono che a sua volta è guidato dai risultati precedenti. Si illustrano le basi teoriche di questa formulazione, e si discutono alcuni risultati riguardanti il clarinetto, la voce umana e il trombone.

General invited lecture presented by A. Hirschberg at the 12th Italian Congress on Theoretical and Applied Mechanics AIMETA '95, Napoli, 3–6 October 1995.