, Volume 28, Issue 5, pp 259-263
Date: 31 Oct 2007

Plasma homocysteine and severe white matter disease

Rent the article at a discount

Rent now

* Final gross prices may vary according to local VAT.

Get Access

Abstract

The objective of this study was to assess if high total plasma homocysteine (tHcy) levels are a risk factor for severe leukoaraiosis (LA). This case-control study was done in a primary care neurology ward and included 178 consecutive patients. Patients with severe LA at CT scan were compared with patients without any LA regarding age, cerebrovascular risk factors, tHcy, vitamin B12, folate, creatinine levels and dementia. Multivariate logistic regression was used to find variables independently associated with severe LA. Age (odds ratio [OR], 1.10 per year; p<0.0001), tHcy (OR, 1.07/μmol/l increase; p=0.045) and hypertension (OR, 2.97; p=0.007) were significantly associated with severe LA. Total homocysteine levels are associated with severe LA independently of other risk factors for cerebrovascular disease. This may suggest that decreasing tHcy may help preserve the integrity of the brain white matter.

Sommario

Obiettivo

Valutare se i livelli di omocisteina plasmatica totale (tHcy) sono un fattore di rischio per una leucoaraiosi (LA) di marcata entità.

Disegno

Studio caso-controllo.

Setting

Una Unità di Neurologia di 1° livello.

Pazienti

Centosettantotto pazienti inclusi in modo consecutivo.

Misure e risultati

Sono stati confrontati i pazienti con severa LA alla TAC con i pazienti senza alcun segno di LA relativamente ad età, fattori di rischio cerebrovascolare, demenza e livelli di tHcy, vitamina B12, folato e creatinina. Le variabili associate in modo indipendente ad una severa LA sono state cercate mediante una regressione logistica multipla. Età (odds ratio [OR], 1.10 per anno; p=0.0001), tHcy (OR, 1.07 per μmole/L; p=0.045) ed ipertensione (OR, 2.97; p=0.007) sono risultate significativamente associate ad una LA di grado severo.

Conclusioni

Livelli più elevati di omocisteina plasmatica sono associati alla presenza di severa leucoaraiosi indipendentemente da altri fattori di rischio cerebrovascolare. Ciò suggerisce che la riduzione dei livelli di omocisteina potrebbe proteggere l’integrità della sostanza bianca cerebrale.